//Sicurezza sul Lavoro
  • In tutte le aziende (anche con un solo dipendente) deve esserci almeno un RLS, come stabilito dall’art 47 D. Lgs. 81/2008. Nelle aziende piccole e nelle microimprese che impiegano fino a 15 dipendenti, il decreto prevede l’elezione diretta del RLS da parte dei lavoratori dell’impresa o la designazione di un rappresentante individuato per più imprese appartenenti al medesimo ambito territoriale o comparto produttivo.
  • Il datore di lavoro ha l’obbligo di formare i lavoratori, i tirocinanti e gli stagisti impiegati all’interno di qualsiasi settore ed organizzazione al Rischio specifico dell’attività lavorativa, secondo quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016 n. 128/CSR.
  • In tutte le aziende il datore di lavoro deve obbligatoriamente designare, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08, il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione(RSPP), ovvero una persona (interna o esterna all'Azienda) esperta di sicurezza, in possesso di capacità e requisiti professionali. In alcuni casi, il compito può essere assunto direttamente dal Datore di Lavoro.
  • Il Modulo A del RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) è il Modulo obbligatorio e basilare per poter avere una formazione sia di tipo normativo sia pratica. Il corso ha una durata di 28 ore al termine delle quali il candidato dovrà sostenere un esame per ricevere l’attestato che gli permetterà poi di esercitare il ruolo di RSPP, ma allo stesso tempo di poter accedere ai moduli B e C.
  • Preposti e Dirigenti Aziendali

    120,00 IVA esclusa

    La frequenza del corso consente di poter agevolmente assolvere agli obblighi previsti dalla normativa, elencati di seguito nello specifico.

    Gli obblighi di esclusiva competenza del datore di lavoro sono: la redazione del documento che consegue la valutazione dei rischi presenti negli ambienti lavorativi e la nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi (RSPP).

    Tra i doveri che il dirigente può svolgere in sostituzione del datore di lavoro rientrano: la designazione del medico competente; l’individuazione dei lavoratori preposti all’esecuzione delle misure antincendio, di primo soccorso e di salvataggio in generale; la dotazione al personale dei DPI (dispositivi di sicurezza individuale); l’obbligo di mettere i lavoratori nelle condizioni di ricevere informazione, formazione, addestramento; l’elaborazione del DUVRI (documento unico di valutazione dei rischi); il monitoraggio degli eventuali cambiamenti che riguardano le unità produttive e l’adeguamento delle misure preventive per tutelare maggiormente i lavoratori.

    I compiti dei preposti riguardano invece: il controllo dei lavoratori per verificare il rispetto delle leggi e delle norme aziendali che attengono la salute e la sicurezza sul lavoro, l’utilizzo corretto dei DPI e delle strumentazioni necessarie per svolgere la propria mansione; la vigilanza sulla presenza di rischi imminenti o di pericoli immediati; la direzione delle operazioni di evacuazione in caso di pericolo grave ed immediato; la partecipazione periodica ai corsi di formazione in materia di salute e sicurezza.

  • Il Corso di Formazione Addetto Primo Soccorso è realizzato per i lavoratori che sono incaricati di attuare il primo soccorso nell’ambito Aziendale. Il Corso è realizzato allo scopo di studiare e trasferire le conoscenze e le abilità necessarie a gestire situazioni in materia di primo soccorso ed eventuale assistenza in situazioni di emergenza.

    La formazione dei lavori designati, incaricati dell’attività di primo soccorso devono essere adeguatamente formati ai sensi dell’art. 43, comma 1, lettera b) e art. 37 comma 9 del D.Lgs. 81/08. La formazione degli addetti di primo soccorso deve avvenire con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione di pronto soccorso come previsto dall’art. 3, comma 1 del D.lgs. 388/03.

  • Il D.Lgs.81/08 ha introdotto l’obbligo per il datore di lavoro di valutare, all’interno della propria azienda, il rischio Stress Lavoro Correlato e formare ed informare i lavoratori su questo fattore di rischio.

    E’ necessario verificare, quindi, se sussista o meno la possibilità che le condizioni lavorative possano indurre nei lavoratori una condizione di stress e, di conseguenza, formare ed informare i lavoratori su questo argomento con un apposito corso.

  • Allo scopo di poter acquistare e/o impiegare prodotti fitosanitari (agrofarmaci o fitofarmaci) che sono classificati come tossici, molto tossici o nocivi è necessaria un’apposita autorizzazione detta “Patentino” che si ottiene frequentando un corso di 20 ore in aula e superando l’esame finale previsto.

    Il corso è rivolto a tutti gli utilizzatori professionali di prodotti fitosanitari, compresi gli operatori ed i tecnici, gli imprenditori ed i lavoratori autonomi, sia nel settore agricolo che in altri settori.

  • Corso per Ponteggiatore

    400,00 IVA esclusa

    Il Corso per la Formazione PIMUS del personale Ponteggiatore è un Corso obbligatorio in base al D.lgs. 81/08 che consente la formazione di Personale addetto al montaggio, alla trasformazione ed allo smontaggio di ponteggi.

    Il percorso formativo è finalizzato all’apprendimento di tecniche operative adeguate ad eseguire in condizioni di sicurezza le attività di montaggio, smontaggio e trasformazione di ponteggi, in conformità con quanto definito dal D.Lgs. 235/03 e dall’allegato XXI del D.Lgs. 81/08, al fine di prevenire situazioni di rischio caduta.

  • Il Corso di Formazione Operatore BLSD e PBLSD è un corso che ha come fine l’apprendimento delle basilari tecniche di intervento e rianimazione cardio-polmonare e l’utilizzo del defibrillatore adulto e pediatrico. Gli acronimi indicano rispettivamente Basic Life Support Defibrillation (BLSD) e Pediatric Basic Life Support Defibrillation (PBLSD).

  • Il Corso di Formazione Addetto Lavori in Quota è obbligatorio per poter svolgere tutte le attività lavorative che espongono il lavoratore al rischio di cadute, in particolar modo quando la quota è posta ad altezza superiore a 2 metri rispetto ad un piano stabile.

  • Per spazio confinato si intende un ambiente limitato e di difficile accesso in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, anche a causa della possibile presenza di sostanze chimiche o altre condizioni di pericolo, come ad esempio la mancanza di ossigeno, gas o vapori tossici, incendi od esplosioni.

    Il D.P.R. 177/11, indica i criteri per la qualificazione delle imprese che operano in spazi confinati o ambienti con sospetto inquinamento e regolamenta la formazione, l’addestramento e l’esperienza degli addetti ai lavori in spazi confinati.

  • Il corso per ottenere la qualifica di PES Persona Esperta, PAV Persona Avvertita, si rivolge a chiunque svolga lavori elettrici, in particolare:
    • Responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) e Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione (ASPP);
    • Personale (preposti, capi squadra, capi cantiere, lavoratori, etc);
    • Manutentori, impiantisti elettrici che operano su impianti e apparecchiature con tensione nominale fino a 1000 volt.
    Si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze tecniche per eseguire i lavori elettrici quali per esempio le nuove installazioni, la manutenzione sulle macchine e sugli impianti con parti in o fuori tensione secondo i requisiti della Norma tecnica CEI 11-27 IV edizione 2014.
  • Il Regolamento Europeo richiede che tutti coloro che sono autorizzati a trattare dati personali siano adeguatamente formati in merito alle procedure da attuare. Per questo motivo, oltre all’autorizzazione o incarico del titolare, è necessario conoscere il Regolamento per la tutela dei dati personali ed avere una formazione generale inerente la Privacy, questo per evitare comportamenti o procedure che possano comportare responsabilità e sanzioni a carico dell’azienda.